Su indicazioni dell’RSPP dell’Istituto, si inviano procedure da seguire con attenzione nello svolgimento delleazioni indicate. Qualora le procedure non fossero rispettate, la scuola non sarà nelle condizioni di assicurare copertura assicurativa in caso di infortunio

1) PROCEDURE USO SCALE PORTATILI

Prima dell’utilizzo:

  • Verificare lo stato d’usura della scala.
  • Verificare che la scala appoggi stabilmente su una superficie piana.
  • Verificare l’assenza di cavi elettrici nelle vicinanze in quanto la scala metallica è conduttrice.
  • Verificare che nella zona circostante non siano presenti fonti potenziali di rischio.
  • Assicurarsi di essere nelle condizioni ottimali di salute, altrimenti chiedere di essere sostituito.

Durante l’utilizzo:

  • Non usare la scala come piano d’appoggio per svolgere lavori in quota.
  • Non salire in più di una persona alla volta.
  • Non trasportare materiale e/o oggetti oltre quello indicato sull’etichetta della scala (compreso quellodell’operatore).
  • Non sporgersi dalla scala.
  • Non utilizzare indumenti o scarpe che potrebbero provocare una perdita di equilibrio o essere fonte dirischio come ciabatte, tacchi alti o a spillo (altezza tacco ottimale = 2 cm) , infradito, scarpe slacciate,bagnate o senza scarpe
  • Salire e scendere sempre con almeno una mano libera.
  • Salire e scendere sempre con il viso rivolto verso la scala.
  • Non superare mai i 2 metri di altezza (dislivello dalla pavimentazione)
  • Non trasportare la scala tenendola orizzontalmente.
  • Non trasportare la scala tenendo l’estremità anteriore alzata, abbassare la scala in avanti.
  • Non posizionare mai la scala dietro una porta se non chiusa a chiave o sorvegliata per impedire l’apertura.
  • Eliminare qualsiasi tipo di materiali intorno la scala.
  • E’ vietare far utilizzare le scale portatili della scuola a lavoratori esterni.
  • Non usare mai se ci sono elementi deteriorati, mancanti o mobili.
  • Le scale a libretto devono sempre essere aperte nella massima estensione durante l’uso.

Dopo l’utilizzo:

  • Ripulire la scala da eventuali sostanze imbrattanti.
  • Riporre la scala in ambiente chiuso a chiave.

2) PROCEDURA LAVAGGIO PAVIMENTI

  • Il lavaggio deve essere effettuato in assenza di persone nell’ambiente interessato e l’operatore dovrà interdire l’ambiente con idonea segnaletica o chiudere a chiave la porta di accesso. Quando ciò non è possibile l’operatore dovrà delimitare la parte bagnata con idonea segnaletica e apporre cartello di pericolo di caduta.
  • I corridoi e le scale dovranno essere lavati metà per volta nel senso longitudinale in modo da lasciare sempre un percorso di passaggio, delimitando la parte bagnata con idonea segnaletica e apporre cartello di pericolo di caduta.
  • Occorre evitare di bagnare eccessivamente le superfici.
  • I prodotti utilizzati dovranno essere idonei e non particolarmente scivolosi, è vietato l’uso di cera.
  • Durante le operazioni di lavaggio l’operatore dovrà procedere lentamente a ritroso dalla zona bagnataverso la zona asciutta in modo da non calpestare mai la pavimentazione bagnata. Altrimenti occorrerà utilizzare apposite calzature di sicurezza antiscivolo da richiedere preventivamente al DSGA. L’operatore dovrà accertarsi costantemente che, procedendo a ritroso, non ci siano ostacoli e dislivelli.
  • Non utilizzare indumenti o scarpe che potrebbero provocare una perdita di equilibrio o essere fonte di rischio come ciabatte, tacchi alti o a spillo (altezza tacco ottimale = 2 cm) , infradito, scarpe slacciate, bagnate o senza scarpe